Paesi Baschi, troppi poliziotti anti-terroristi, mancano gli agenti in città

La denuncia del quotidiano indipendentista «Gara»: 355 esuberi tra i poliziotti con compiti antiterroristi, mentre per la sicurezza civile c’è un «buco» di 584 agenti. Polemica sul nuovo corpo dedicato a impedire manifestazioni pro-Eta durante le feste estive in Euskadi

DENUNCIA. È la classica coperta troppo corta. Che attualmente nei Paesi Baschi sembra stia lasciando senza protezione parte della popolazione. Già, perché la polizia locale, la Ertzaintza, è complessivamente in deficit di 584 agenti. Una carenza di organico che – secondo il quotidiano indipendentista Gara – è direttamente dovuta alla strategia dei vertici della polizia regionale: aumentare le forze per la lotta a Eta e ai movimenti separatisti anche a costo di privare le città dei necessari agenti.
L’ULTIMA GOCCIA. La denuncia, mossa dagli ambienti più critici nei confronti dell’autorità centrale di Madrid, ha preso il la dopo la costituzione della cosiddetta «Brigada de refuerzo», un corpo speciale di circa 40 agenti chiamati a «mantenere l’ordine» durante le tante feste estive nei Paesi Baschi. Un corpo che – sempre secondo la sinistra abertzale – è stato costituito soprattutto per impedire manifestazioni pro-amnistia, il volantinaggio, l’esibizione delle foto dei prigionieri politici, ecc. Un corpo di polizia di cui comunque in molti non sentivano la mancanza.
SQUILIBRIO. Ecco dunque che il quotidiano donostiarro Gara ha fatto i conti in tasca – pardon, in commissariato – alla Ertzaintza. Scoprendo che i numeri parlano chiaro. A fronte di 8mila agenti, la polizia ne conta solamente 7.683, ma un’analisi più attenta dimostra come all’interno ci sia un’ulteriore ragione di squilibrio. Già, perché la divisione antiterrorista, potenziata dal ministero degli Interni, conta più agenti del previsto. Tra servizi informativi, di intercettazione e di investigazione, ci sono 355 agenti in esubero. Mentre per quanto riguarda la sicurezza civile esiste un «buco» di 584 agenti. La critica, insomma, è semplice: per colpire in maniera sempre più decisa i fiancheggiatori di Eta e della sinistra indipendentista, si «dimenticano» i cittadini. La replica dei vertici della polizia e del ministro basco degli Interni Rodolfo Ares non si è fatta attendere e dal governo di Vitoria-Gasteiz è giunta la rassicurazione di un prossimo rafforzamento delle fila della Ertzaintza: nei prossimi due anni dovrebbero venire arruolati altri 400 agenti a colmare le lacune.

http://www.ilgiornale.it/esteri/paesi_baschi_troppi_poliziotti_anti-terroristi_mancano_agenti_citta/europa-attualit-paesi_baschi_ertzaintza_eta_euskadi/14-07-2010/articolo-id=460863-page=0-comments=1

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...