Riemerge l’ombra dell’Eta in Spagna

Esteri – 29 Dicembre 2009 – 11:30
Il governo teme possibili "sequestri spettacolari" da parte del gruppo indipendentista, durante la presidenza europea spagnola

di Junio Romano Gulinelli – Ieri il ministro degli Interni Alfredo Pérez Rubalcaba (foto) ha messo in guardia la Spagna annunciando che l’Eta sta programmando un sequestro per rilanciare la notorietà, in questao momento in calo, dell’organizzazione indipendentista. Il ministro degli interni, evitando di dare dettagli troppo specifici, ha indicato come possibili obiettivi della banda “settori significativi dal punto di vista sociale”. Non sono state annunciate ne date ne dettagli aggiuntivi su possibili scenari della temuta operazione terroristica. Sembra però che il governo abbia comunque allertato di questa possibilità le persone minacciate, affinchè nessuno abbassi la guardia in questa situazione di calma apparente, e che abbia già preso le misure di sicurezza necessarie per garantire la loro protezione. Il ministro ha lanciato l’allarme durante la sua visita a Erandio, località della Biscaglia (Paesi Baschi), dove ha analizzato la situazione dell’Eta insieme al consigliere basco per gli interni, Rodolfo Ares. I sospetti sono fondati e provengono soprattutto dall’analisi della situazione di “debilitazione operativa” che sta attraversando in questo momento il gruppo indipendentista dovuta alla pressione politica, giudiziaria e internazionale nonché al suo isolamento sociale e ad una divisione interna sempre più evidente. Si tratta di una fragilità, secondo Rubalcaba, che ha bisogno di essere smentita attraverso un “attentato spettacolare”. Contro il solito massacro delle esplosioni, la possibilità di sequestrare uno o più ostaggi emergerebbe con più forza. La Spagna si sta accingendo ai suoi primi sei mesi di presidenza europea nel 2010 e, come ha ricordato il ministro degli interni, l’Eta ha sempre avuto l’interesse di emergere nel panorama internazionale. Un sequestro appare come la formula più adeguata per entrare prepotentemente nell’agenda pubblica senza spargere sangue che comprometterebbe sicuramente il delicato processo di riflessione interna che sta affrontando in questo momento la sinistra nazionalista sul tema dell’appoggio all’uso della violenza. Nell’ambito di questo contesto di allarme è stato anche evidenziato l’accordo di collaborazione firmato ieri dal governo centrale spagnolo con quello basco per facilitare il coordinamento tra il Corpo Nazionale di Polizia la Ertzaintza (forza di polizia dipendente dal dipartimento degli interni del governo basco) e la Guardia Civile in materia di antiterrorismo. Questa iniziativa prevede che queste tre diverse forze di sicurezza condividano dati, strategie e informazioni sulle operazioni in corso contro l’Eta. Rubalcaba ha poi aggiunto che il rischio che l’Eta seguiti ad uccidere esiste comunque e che “un’ Eta debole può essere molto più pericolosa e imprevedibile di un’Eta forte”.

http://www.essenzialeonline.it/esteri/Riemerge-l-ombra-dell-Eta-in-Spagna_12542.html

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...