Spagna, Eta, indizi di torture a 2 membri Eta arrestati in 2008

 

Ma capo dell’Eta Txeroki si era compiaciuto di "torture false"

postato
document.write( strelapsed(‘2009-03-03T17:00:00Z’) );
15 ore
fa

 

I due terroristi furono catturati nella località basca di Mondragon, e riportarono ferite: Portu in particolare fu ricoverato la notte successiva con una costola rotta, un occhio nero, abrasioni a ginocchia e gomiti e un pneumotorace. Sarasola presentava varie lesioni minori (ematomi e contusioni). La Guardia civil e il ministro dell’Interno Alfredo Perez Rubalcaba hanno sempre sostenuto che le lesioni furono provocate dall’uso della "forza regolamentare" necessaria per ridurre all’ordine i due detenuti, che avevano attivamente resistito all’arresto.

 

 

"Il giudice istruttore incaricato del caso ha deciso di proseguire l’ainchiesta penale, ritenendo che vi sono indizi di commissione di delitti di torture e lesioni subite da Igor Portu Juanaena e Mattina Sarasola Yarzabal", indica un comunicato del Tribunale superiore basco. Il capo dell’Eta Txeroki in una lettera sequestrata nelle perquisizioni successive al suo arresto – che fa parte della documentazione della causa in corso – si compiaceva per il "buon risultato" della denuncia: "La questione delle torture false sofferte da Igor nelle mani del nemico è sulla buona strada", scriveva il leader etarra, "questa è la strategia che si deve seguire, sempre".

 

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...