Spagna, esplode autobomba dell'Eta

L’attentato intorno alle 11, a Bilbao, preceduto da una telefonata anonima
Evacuato l’edificio. Nessun ferito. Il proprietario della macchina trovato legato in montagna

Spagna, esplode autobomba dell’Eta
di fronte alla televisione regionale basca

MADRID – Un’autobomba dell’Eta è esplosa di fronte al quartier generale della televisione regionale basca a Bilbao. L’edificio è stato evacuato prima dell’esplosione, dopo che una telefonata anonima stamattina aveva avvertito della presenza di una bomba, attribuendone la paternità al gruppo separatista basco.

La forte esplosione è avvenuta intorno alle 11. Una densa colonna di fumo si è levata dall’edificio. La facciata ha riportato danni ingenti. Non si segnalano feriti, nemmeno tra gli artificieri e i poliziotti che si trovavano vicino al luogo dell’attentato.

Dopo la segnalazione, arrivata intorno alle 10, sono stati evacuati molti palazzi della zona: la stazione degli autobus a lunga percorrenza e la sede del fisco regionale. L’edificio dove si trova la televisione basca ospita anche le sedi del quotidiano El Mundo, del canale televisivo Antenna 3, del giornale Expansion, della radio Onda Cero. L’Eta, nel suo ultimo comunicato, aveva minacciato di colpire i mezzi di informazione.

Nella telefonata il portavoce del gruppo separatista ha parlato anche di un uomo legato e appeso a un albero in montagna, vicino alla località di Arrigorriaga, a sei chilometri da Bilbao. La polizia lo ha trovato, si tratta probabilmente del padrone dell’auto. I terroristi gli avrebbero rubato la macchina e il cellulare, con cui poi hanno allertato le autorità.

Non è la prima volta che l’Eta colpisce durante le festività del Capodanno: due anni fa un’autobomba all’aeroporto di Madrid ha provocato due morti.

(31 dicembre 2008)

Annunci

Spagna: autobomba esplode nei Paesi Baschi, nessuna vittima

Reuters – da 10 minuti

MADRID (Reuters) – Un’autobomba è esplosa oggi nei Paesi Baschi vicino alla sede dell’emittente televisiva Etb a Bilbao, nel nord della Spagna, senza provocare vittime.

Lo riferisce un portavoce della polizia.

In precedenza la polizia aveva detto che la stazione tv era stata evacuata per un allarme bomba diramato dal gruppo separatista basco dell’Eta.

YAHOONEWSGLOBALS.messengerData = {
sStoryLink: “http://it.notizie.yahoo.com/4/20081231/tts-oittp-spagna-eta-bomba-ca02f96.html”+’’,
sStoryHeadline: “Spagna%3A%20autobomba%20esplode%20nei%20Paesi%20Baschi%2C%20nessuna%20vittima”+’%0A’,
sDefaultMsg: “Per%20saperne%20di%20pi%C3%B9%20c%27%C3%A8%20Yahoo%21%20Notizie”+’%0A’
};

Spagna/ Assolti autori vignetta su Juan Carlos e l'orso russo

I fatti risalivano a battuta di caccia organizzata in Russia

postato
document.write( strelapsed(‘2008-12-17T21:31:00Z’) );
1 giorno
fa da APCOM

Madrid, 17 dic. (Apcom) – L’Audiencia Nacional, alta istanza penale spagnola, ha assolto oggi i due disegnatori Josetxu Rodriguez e Javier Ripa e lo scrittore e articolista Nicola Juan Lococo dall’accusa di "ingiurie gravi alla Corona" per aver pubblicato nell’ottobre 2006 un fotomontaggio con articolo sui giornali baschi ‘Gara’ e ‘Deia’, in cui si vedeva il volto del re di Spagna Juan Carlos che ride rubicondo sopra la testa di un orso morto con la lingua di fuori, che poggiava a sua volta sopra un barile di vodka.

Il fotomontaggio e l’articolo si riferivano a una battuta di caccia organizzata durante una visita di Stato del re in Russia, dove secondo i media locali un orso da circo, Mitrofan, sarebbe stato ubriacato per compiacere il monarca iberico e facilitarne l’abbattimento. Il pm chiedeva una multa di 10.800 euro per aver dipinto il re come un alcolizzato, ma il giudice ha ritenuto che "per poco, per molto poco, non è stata oltrepassata la linea della libertà d’espressione".

TERRORISMO: UE INSERISCE IN LISTA NERA 2 PARTITI BASCHI E 2 LEADER ETA

postato
document.write( strelapsed(‘2008-12-16T16:41:00Z’) );
23 ore
fa da ASCA

(ASCA-AFP) – Madrid, 16 dic – L’Unione Europea ha inserito due partiti separatisti baschi e due leader appartenenti all’Eta, recentemente arrestati, nella lista di organizzazioni e individui sostenitori del terrorismo. A renderlo noto e’ il governo spagnolo. Il Pctv, Partito Comunista delle Terre Basche, e l’Anv, Azione Nazionalista basca, faranno ora parte della lista dove compare gia’ il nome del gruppo separatista basco Eta e del suo braccio politico Batasuna. L’Ue ha inoltre aggiunto nell’elenco di sostenitori 13 membri dell’Eta, tra cui il responsabile militare del gruppo Aitzol Iriondo Yarza e il suo predecessore Miguel de Garikoitz Aspiazu Rubina, entrambi recentemente arrestati in Francia. Lo scorso settembre la Corte Suprema spagnola aveva bandito il Pctv e l’Anv secondo una legge stabilita nel 2002. Entrambi i gruppi sono sospettati di aver sostenuto Batasuna nelle elezioni.

«Non siamo Spagna» E il Parlamento basco rifiuta il passaggio della Vuelta

Madrid.
La Vuelta de España non passerà l’anno prossimo dai Paesi Baschi. Perché questi non sono Spagna. Ad affermarlo è stato il «tripartito» che governa la regione autonoma, lo stesso che non ha voluto dare la disponibilità ad ospitare il popolare giro ciclistico spagnolo, ma che sogna di far parte del Tour de France. Il partito popolare ha lanciato una proposta a tutti i partiti: chiedere all’azienda Unipublic – che organizza l’evento – che una o più città della regione siano tappa della prossima edizione della Vuelta. L’iniziativa puntava a riportare il giro ciclistico in una regione dalla quale manca dal 1978 per colpa delle minacce e degli attentati dell’Eta. La proposta, però, non è passata. Nonostante avesse l’appoggio pure dei socialisti baschi. Il tripartito formato da due partiti nazionalisti (Pnv ed Ea) e dai comunisti di Eb ha votato no. Le spiegazioni all’inizio si sono rifatte all’indipendenza di Unipublic nel prendere decisioni, ma poi i portavoce di Pnv e Ea hanno chiarito: «I Paesi Baschi non sono Spagna».

http://www.ilgiornale.it

Spagna: Eta, quattro arresti

Operazione della polizia a San Sebastian

postato
document.write( strelapsed(‘2008-12-16T10:27:00Z’) );
5 ore
fa da ANSA

(ANSA) – MADRID, 16 DIC – La polizia spagnola ha arrestato quattro presunti militanti dell’Eta vicino a San Sebastian, nei Paesi baschi. Due donne e due uomini, sospettati di appartenere a un commando dell’Eta sono stati interrogati in un’operazione di polizia che ha interessato tre abitazioni a San Sebastian e nella vicina localita’ di Pasaia. L’8 dicembre era stato arrestato quello che la polizia crede essere il nuovo capo militare del gruppo armato basco, soprannominato ‘Gurbitz’.

Spagna/ Eta, ex detenuti chiedono di trattare con il governo

Manifestazione a Usurbil, nel segno di "Amnistia, libertà"

postato
document.write( strelapsed(‘2008-12-13T15:18:00Z’) );
1 ora
fa da APCOM

Usurbil, 13 dic. (Ap) – Un centinaio di ex detenuti appartenenti al gruppo separatista dell’Eta hanno organizzato una protesta a Usurbil, nei Paesi Baschi, per chiedere al governo di Madrid di avviare delle trattative per mettere fine all’annoso conflitto nel nord della Spagna.

I dimostranti hanno srotolato uno striscione con su scritto "Amnistia, libertà" in lingua basca (Amnistia Askatasuna, ndr) e hanno letto un comunicato che chiede di aprire un dialogo con il governo del premier socialista José Luis Rodriguez Zapatero.

Nel marzo 2006 l’Eta dichiarò il cessate il fuoco che portò a delle trattative di pace. La tregua terminò nel dicembre dello stesso anno dopo che i separatisti baschi fecero esplodere un’autobomba all’aeroporto madrileno di Barajas, uccidendo due persone. Da allora Zapatero ha rotto tutti i contatti con l’organizzazione terroristica, che dagli anni Sessanta combatte per creare un paese indipendente tra il nord della Spagna e il sud-ovest della Francia