Spagna/ Governo: Txeroki era numero uno Eta, allerta attentati

"Parlare di una fine dell’Eta per ora resta un’illusione"

postato
document.write( strelapsed(‘2008-11-19T16:50:00Z’) );
1 ora
fa da APCOM

Madrid, 19 nov. (Apcom) – Mikel Garikoitz Aspiazu, alias ‘Txeroki’, il terrorista dell’Eta arrestato nella notte fra domenica e lunedì in Francia, era il numero uno del gruppo terrorista. Lo ha affermato oggi il ministro dell’Interno spagnolo Alfredo Perez Rubalcaba, secondo cui nonostante tutto parlare della fine dell’Eta è "un’illusione" e il governo è in "massima allerta" per il rischio di attentati di rappresaglia.

Secondo Rubalcaba, la cattura di Txeroki segnerà "un prima e un dopo" nell’Eta, ma il ministro ha ammesso che parlare di "fine dell’Eta" è "un’illusione che in questo momento non possiamo mettere sul tavolo". Anzi, il responsabile spagnolo ha indicato che la polizia e la guardia civile sono in stato di "massima allerta", perché sicuramente "succederà qualcosa". Il timore è che il gruppo colpisca presto in modo da far vedere che nonostante l’arresto del suo massimo capo, è ancora attivo e pericoloso. "Cercherà di dire: ‘Non sono così debole’ in un messaggio a militanti e fanatici", ha messo in guardia Rubalcaba.

Il ministro comunque ha manifestato sorpresa per le esigue mobilitazioni svoltesi nelle città natali di Txeroki e della sua compagna Leire Zurutuza, soprattutto se paragonate con le manifestazioni "di massa" degli anni ’90 in occasione di arresti importanti. Secondo Rubalcaba, "l’Eta è terrorizzata" da quello che chiama "il terzo spazio", cioè l’indipendentismo dei Paesi Baschi difeso dalla legalità.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...