SPAGNA/ FERMATO INDUSTRIALE BASCO, PAGA "PIZZO" A ETA

Il 12 giugno erano state arrestate due sorelle

postato
document.write( strelapsed(‘2008-07-02T14:52:00Z’) );
2 giorni
fa da APCOM

Roma, 2 lug. (Apcom) – Jose Antonio Jainaga Gomez, amministratore delegato di Sidenor, un’impresa siderurgica basca, è stato fermato dalla polizia spagnola nell’ambito delle indagini sui presunti versamenti della cosiddetta "imposta rivoluzionaria" (una sorta di ‘pizzo’, ndr) all’organizzazione terroristica dell’Eta.

Lo scrive l’edizione online di El Pais sottolineando che gli inquirenti spagnoli sono risaliti alla Sidenor grazie ai documenti sequestrati nell’appartamento di Bordeaux dove la polizia francese il 20 maggio scorso aveva arrestato uno dei principali capi dell’organizzazione terroristica basca, Francisco Javier Lopez Pena,"Thierry", e due complici. Janaiga è stato rilasciato dopo un interrogatorio. Secondo la documentazione rinvenuta a Bordeaux, Sidenor avrebbe versato fino a "90.000" euro nelle casse dell’Eta.

Fonti investigative interpellate da El Pais ritengono tuttavia che possa trattarsi di un caso simile a quello che il 12 giugno scorso ha portato all’arresto e poi alla condanna, sempre grazie ai documenti rinvenuti a Bordeaux, delle sorelle Blanca e Maria Isabel Bruno Azpiroz, riconosciute colpevoli di aver dato un contributo volontario di 6.000 euro all’organizzazione terroristica basca.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...