SPAGNA/ PARLAMENTO BASCO APPROVA PROPOSTA SU AUTODETERMINAZIONE

Il governo centrale di Madrid: "Immediato ricorso costituzionale"

postato
document.write( strelapsed(‘2008-06-27T14:18:00Z’) );
1 ora
fa da APCOM

Madrid, 27 giu. (Apcom) – Il parlamento regionale dei Paesi Baschi ha approvato oggi la legge per la convocazione di un referendum consultivo per l’autodeterminazione. Il testo sulla consultazione, proposta dal presidente del governo basco Juan José Ibarretxe (Partido nacionalista vasco, Pnv) è passato di stretta misura (34 a 33): lo appoggiano una variegata costellazione di partiti locali più o meno nazionalisti, ma sia il Psoe di José Luis Zapatero che il Partido popular (Pp) di Mariano Rajoy sono contrari.

La stampa spagnola in particolare ha dato risalto al fatto che la legge sia stata approvata soltanto grazie al voto del Partido comunista de las tierras vascas (Pctv) una formazione indipendentista di estrema sinistra considerata contigua ai terroristi delle’Eta e per questo sospesa dalle elezioni politiche dello scorso 9 marzo. Il Pctv, su posizioni assai più radicali del Pnv, ha dato il voto di uno solo dei suoi otto eletti all’assemblea regionale basca, quello necessario per fare approvare la legge, in modo da mostrare la sua contrarietà alla linea politica ‘moderata’ del Pnv, e allo stesso tempo la sua forza negoziale.

Il testo prevede la celebrazione di un referendum consultivo a ottobre, sulla "fine nel dialogo" del terrorismo e su un dialogo fra tutti i partiti "senza esclusioni" sul diritto all’autodeterminazione, che porterebbe attraverso diversi passaggi a un referendum vero e proprio (con valore giuridico) nel 2010. Il governo Zapatero, per bocca della vicepremier Maria Teresa Fernandez de la Vega, ha immediatamente ribadito che presenterà ricorso al Tribunale costituzionale contro la legge regionale adottata oggi.

"Non tarderemo nemmeno un giorno", ha detto de la Vega, "rispettiamo con lealtà le decisioni del parlamento basco, ma chiediamo lo stesso rispetto alla legittima decisione di impugnare". Secondo la vice di Zapatero, il piano di Ibarretxe "tornerà nel cassetto da dove è uscito, perché non c’è posto per le sfide allo stato di diritto".

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...