SPAGNA/ ETA NON VUOLE NUOVI NEGOZIATI PRIMA DI 18 MESI (MUNDO)

tratto da http://notizie.alice.it/

Per fonti intelligence, banda vuole colpire per recuperare forza

postato document.write( strelapsed(‘2008-03-25T12:19:00Z’) ); 7 ore fa da APCOM

Madrid, 25 mar. (Apcom) – L’Eta non ha intenzione di aprire un nuovo negoziato con il secondo governo di José Luis Zapatero, almeno per 18 mesi. Lo afferma oggi il quotidiano di destra ‘El Mundo’ citando informazioni del ‘Centro Nacional de Inteligencia’ (Cni), i servizi segreti spagnoli. Secondo il giornale di Madrid, andrebbero lette in questo senso anche le affermazioni fatte ieri dal ministro dell’Interno Alfredo Perez Rubalcaba, secondo cui il governo si aspetta "un lungo ciclo di violenza" del gruppo terrorista separatista basco.

Da circa nove mesi – dopo la rottura della tregua e dei colloqui con il governo Zapatero nello scorso giugno a seguito di un attentato all’aeroporto di Madrid a fine 2006 – l’esecutivo socialista ha intensificato la pressione giudiziaria e repressiva nei confronti dell’Eta, con decine di arresti e condanne e con la sospensione di partiti e associazioni considerati contingui alla banda terrorista. Secondo Rubalcaba, l’Eta "cercherà di dimostrare che non è stata sconfitta, facendo cose" e se lo scorso giugno ha rotto la tregua proclamata nel 2006 "è solo per tornare alla violenza".

Dopo molti attentati senza vittime nel 2007, negli ultimi quattro mesi la banda ha colpito due volte mortalmente, uccidendo due agenti della guardia civile in Francia all’inizio di dicembre e un ex consigliere comunale socialista nei Paesi baschi, due giorni prima delle elezioni dello scorso 9 marzo. A queste azioni è seguito un attentato venerdì scorso, con un’autobomba presso una caserma della guardia civil nella località di Calahorra (Rioja), ma una telefonata anonima ha evitato la strage. "L’Eta è sempre più isolata dai Paesi Baschi e al livello internazionale", ha detto ieri il ministro, ma "uccidere è relativamente facile e farlo in modo codardo lo è ancor di più".

Secondo ‘El Mundo’, queste azioni indicano che il comitato esecutivo dell’Eta, che le forze di sicurezza identificano con José Luis Lopez Pena (detto ‘Thierry’), Josu Urrutikoetxea, Josu Ternera, e Juan Maiztiegi Bengoa, vuole "fissare i termini" di qualsiasi possibile negoziato o rapporto futuro con il governo. In sostanza, sostiene il quotidiano, "continuare gli attentati per recuperare una situazione di forza", e "poi si vedrà".

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...